Clarissa Bevilacqua

“Bevilacqua é assai più di un enfant prodige: ha incantato ovunque si sia recata per la grazia e la tecnica del suo stile… Come pochi altri, Clarissa riesce a gestire il suono, penetrare il senso compositivo e dominare il palco. Soprattutto possiede grande comunicativa.”
La Libertà

“Abbiamo avuto la fortuna di assistere a un concerto suonato su quel violino da un’enfant prodige di 15 anni, Clarissa Bevilacqua… E’ stata un’esperienza elettrizzante ascoltare la precisione e la ricchezza del suono del ‘Vesuvio’ (Stradivari) proveniente dalle mani di una musicista così giovane. Il vecchio e il giovane si sono incontrati in un momento magico.”
The Washington Post

“Poi inizia. E all’improvviso ci sono solo lei e Stradivari. La mano che vola sulla tastiera, nessuno spartito, gli occhi chiusi, l’espressione del viso che accompagna le note. La magia.”
italianostravarese.org

Apprezzata per il suo stile interpretativo e per la musicalità con la quale riesce a catturare il pubblico, Clarissa ha sempre nutrito una vera passione per la musica. Ha iniziato lo studio del violino all’etá di cinque anni, debuttando a nove come solista al Pritzker Pavilion di Chicago davanti a migliaia di persone. Successivamente si è esibita alla Carnegie Hall di New York e ha tenuto recital e concerti negli Stati Uniti e in Europa. Clarissa è la più giovane violinista scelta per collaborare con la Fondazione Stradivari di Cremona, suonando all’Auditorium Arvedi gli strumenti della collezione. È stata scelta come Young Artist dalla Si-Yo Music Society Foundation di New York, un gruppo di affermati artisti internazionali che hanno portato un contributo significativo nel mondo della musica. È stata nominata ‘Breaking Ground Artist’ da Picosa Chicago e ‘Giovane Talento’ al Sony Classical Talent Scout e si è aggiudicata la Borsa di Studio del Rotary Club. Ha ottenuto premi e riconoscimenti in svariate competizioni nazionali e internazionali. Clarissa è la più giovane studentessa in Italia a conseguire un diploma di laurea in musica, essendosi laureta a soli 16 anni con 110 e lode con menzione d’onore presso il Conservatorio Nicolini di Piacenza. Ha frequentato la Mozarteum SommerAkademie con Pierre Amoyal, il Corso di Alto Perfezionamento all’Accademia Chigiana con Boris Belkin e la Venice Music Master con Pavel Vernikov. Attualmente studia con Pierre Amoyal nel Master Program presso l’Università Mozarteum di Salisburgo. Altri mentori includono Daniele Gay e Olga Kaler.